LA PIETRA DI VICENZA

La nostra tradizione affonda le sue radici tra i pendii dei monti Berici, dove da sempre viene estratta e lavorata la pietra di Vicenza per la decorazione di giardini, ville e palazzi signorili del Veneto. Con questa pietra che ben si presta ad essere scolpita, sono stati realizzati i capolavori del Palladio, il quale consolida con le sue opere i canoni dell’ architettura tra il 1500 ed il 1600, si tratta di una pietra sedimentaria di color beige chiaro nella quale sono spesso visibili conchiglie fossili, ossidi ed altri detriti calcarei, sedimenti che sono da considerarsi un pregio del materiale perché mantengono vivo il senso materico anche attraverso la lettura delle forme. Si hanno testimonianze dell’uso di questa pietra sin dal periodo romano, almeno nella zona del Vicentino.  Fu usata dai maggiori scultori e architetti del Rinascimento  dal Palladio al Falconetto, dal Sanmicheli al Sansovino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *